Library logo


2. Archivi letterari e di persona Community home page

Subscribe to this collection to receive daily e-mail notification of new additions
Browse

Collections in this community

Bedeschi, Lorenzo    

Presbitero, partigiano e storico, nasce a Prati, frazione di Bagnacavallo (Ravenna), nel 1915. Docente di storia contemporanea presso l’Università di Urbino, in questa città fonda il Centro studi per la storia del modernismo. Nel 1989 insieme a Carlo Bo promuove, sempre a Urbino, l’istituzione della Fondazione Romolo Murri dove confluisce l’archivio del sacerdote marchigiano. L’archivio contiene la documentazione di lavoro, la corrispondenza e alcune carte private che Lorenzo Bedeschi custodiva nel suo domicilio bolognese. Per sua esplicita volontà la documentazione, insieme alla biblioteca personale, è stata donata all’Università di Urbino. . . .

Castellani, Silvestro    

Artista e restauratore, nasce a Urbino nel 1940, proviene da una famiglia d'artisti (il nonno Federico era ebanista, il padre Leonardo pittore e incisore). Diplomato nel 1968 all’Istituto Statale d’Arte di Urbino come maestro xilografo, ha subito iniziato l’attività di restauro con il gruppo Tintori-Rosi-Del Serra trasferendosi per sei anni a Firenze. Ha lavorato nel Sudan per l’Università di Roma, riportando alla luce un’intera Chiesa copta e restaurandone gli affreschi con il maestro Tintori. Ha poi proseguito i lavori per l’Università statunitense del Kentucky sulla penisola di Kulubnarti (Sudan) staccando fino a tre strati di affreschi. Ritornato in seguito a Urbino, dove risiede tuttora, ha lavorato per la Soprintendenza dei Beni Storici e Artistici delle Marche in Urbino . . .

Conti, Antonio    

Commediografo e scrittore, nasce ad Acqualagna (PU) il 3 settembre 1897, da Egidio e Michela Lazzarini. Il padre - maestro elementare, Direttore didattico e ricercatore - è ricordato per il "Vocabolario metaurense", un vocabolario sui dialetti della valle del Metauro. La famiglia, di modeste condizioni, è molto numerosa essendo composta anche da sette figlie. Frequenta l’Istituto Magistrale di Acqualagna e conosce l’insegnante e scrittore Agostino Fattori (Gatteo 1886 – Urbino 1933) che lo avvia alla poesia. . . .

Garrone, Dino    

Critico letterario e scrittore, nasce a Novara da Giovanni Garrone e Maria Antonietta Mercalli. Presto si trasferì a Pesaro per consentire alla sorella Carla, violinista, di frequentare il Conservatorio della città. Il padre, che era direttore di banca, rimase a Novara per motivi di lavoro. Studente di straordinaria bravura, si diplomò al Liceo Mamiani e proseguì gli studi all'Università di Bologna dove, nel 1927, sì laureò in Lettere con una brillante tesi su Giovanni Verga che venne poi pubblicata nel 1941. . . .

Hemmeler, Antonio    

Chimico e docente universitario, nasce a Firenze il 1° febbraio 1898 da Anton Hemmeler e Teresa Rizzi. Il padre, facoltoso imprenditore svizzero, sposa Teresa della famiglia Rizzi di Modena proprietaria delle locali acciaierie. Gli Hemmeler si stabiliscono a Firenze e lì Antonio, assieme al fratello Luigi, più grande di lui di due anni, trascorre la fanciullezza e conclude gli studi liceali. Mentre Luigi parte nel 1916 per la guerra, Antonio, figlio minore, con un padre già in età avanzata, non è richiamato alle armi. . . .

Lunardi, Raul    

Scrittore e poeta, nasce a Sassoferrato, in provincia di Ancona, il 10 febbraio 1905 in una famiglia di modesta estrazione sociale, incline all'arte. Il padre era un impiegato comunale con la passione per il teatro; la madre, proveniente da una famiglia di artigiani-artisti del ferro battuto, amava leggere poesie. Nel 1925 Lunardi si diploma a Roma perito elettromeccanico, nonostante le inclinazioni umanistiche. L'anno successivo frequenta a Torino la scuola di allievi ufficiali del Genio Ferrovieri e per sette anni ricopre l'impiego di capozona dei servizi elettrici in Ancona e provincia. . . .

Varese, Claudio    

Critico e saggista, nasce a Sassari il 23 agosto 1909. Compie gli studi liceali a Cagliari e poi quelli universitari alla Scuola Normale Superiore di Pisa dove si laurea, nel 1930, discutendo una tesi sulla Gerusalemme Liberata con Attilio Momigliano, di cui fu assistente fino al 1933. . . .