Library logo


Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/20.500.12731/5831
DC FieldValue
dc.coverage.temporalXVI sec.
dc.date.accessioned2021-11-08T10:32:19Z
dc.date.available2021-11-08T10:32:19Z
dc.date.issued1519-02-22
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/20.500.12731/5831
dc.description.preservationBuono
dc.format.mediumCarta
dc.language.isola
dc.relationAttività di acquisizione ottico digitale del Fondo Antico dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
dc.source.contentInventario dei beni mobili trovati nella casa di Crescentino, alunno della Venerabile Fraternita, del quale di diritto diventa erede la Fraternita stessa. Rog. Antonio di Ser Lorenzo de’ Spaccioli.<sup>(1)</sup>
dc.titleInventario di beni mobili
dc.typeitem
dc.type.physicalscroll
dc.rights.licenseCC BY
dc.relation.fondCongregazione di Carità
dc.description.archivistBusta n. 11 <sup>(1)</sup> L’esame del regesto che Antonio Corradini stila di questo stesso documento consente l’emergere di un piccolo particolare, che tuttavia non mancherà di interessare gli eruditi interessati alla storia dell’assistenza pubblica: l’antico ospedale di Santa Maria della Misericordia (l’attuale ospedale urbinate, di recente costruzione, porta questo stesso nome), di proprietà della Fraternita di Pian di Mercato, era chiamato anche con il nome di ospedale di Santa Lucia: «Inventario de beni mobili trovati nell’eredità, e nella Casa di Crescentino alunno della Fraternita di Pian di mercato, la qual casa di abitazione era posta nella contrada di S. Lucia presso la via pubblica, gl’altri beni della detta Fraternita, ossia Spedale di S. Maria, altramente di S. Lucia, e i beni dei figli di Gianfrancesco Baloncino, e i beni di Giovanni di Battista altramente Tarullo etc. fatto ad istanza di Benedetto de Becchi da Firenze Sindaco della detta Fraternita: In primis sette lenzuoli etc. Rog. Antonio di Ser Lorenzo degli Spacioli d’Urbino della Quadra di Pusterula.» Corradini, Antonio, <I>Spoglio delle pergamene urbinati</i> (copia di Antonio Rosa), manoscritto cartaceo, legato in cartone, secolo XIX, millimetri 305 x 220, volume II, carta 115 recto (segnatura di collocazione ‘Urbino 107’).
dc.rights.noteAcquisizione digitale eseguita in data: novembre 2021 Strumentazione: Scanner planetario Zeutschel OS 12002 Tipo immagine: TIFF Risoluzione: 400 dpi Spazio colore: RGB 24 bit Profilo colore: OS12002_mG
dc.contributor.corporatebodyCongregazione di Carità
dc.identifier.archivalunit511
item.fulltextWith Fulltext
item.grantfulltextopen
item.treefondsrootSezione pergamene
item.cerifentitytypePublications
item.date1519-02-22
item.openairecristypehttp://purl.org/coar/resource_type/c_18cf
item.openairetypeitem
item.languageiso639-1la
Appears in Collections:1.1 Sezione Pergamene
Show simple item record

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.