Library logo


Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/20.500.12731/3253
DC FieldValue
dc.contributor.authorFederici, Francesco
dc.date.accessioned2021-06-14T10:19:32Z
dc.date.available2021-06-14T10:19:32Z
dc.date.issued1789
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/20.500.12731/3253
dc.description.preservationBuono
dc.language.isoit
dc.relation.bibliographyauthorsFederici, Francesco
dc.relation.bibliographyplaceIn Urbino, Nella Stamp. della Ven.Cappella del SS. Sagramento, Presso Giuseppe Maria Derisoni, Con Licenza de’ Superiori
dc.relation.bibliographytitleSerie distinta degli avvenimenti nella caduta della cupola della chiesa metropolitana d’Urbino
dc.relation.bibliographyyear1789
dc.titleSerie distinta degli avvenimenti nella caduta della cupola della chiesa metropolitana d’Urbino
dc.typeitem
dc.type.physicalbrochure
dc.rights.licenseCC BY
dc.relation.fond1701 - 1800
dc.description.archivistIl frontespizio è decorato da una veduta xilografica della città di Urbino recante la firma «Fran. co Armaroli». La paternità intellettuale dell’opera, presentata dall’editore come anonima, è stata attribuita a Francesco Federici a motivo della presenza, in frontespizio, di una scritta, realizzata con inchiostro nero, presumibilmente dal conte Luigi Nardini, già direttore della Biblioteca Universitaria: «Opera di Francesco Federici». Di questo autore urbinate minore sono noti alcuni componimenti poetici d’occasione, editi a stampa tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento. Annotazione manoscritta in calce al frontespizio: D. Giuseppe Tosi D. Gaetano Ligi. Annotazione manoscritta nel controfrontespizio: Opuscolo raro. bai.[occhi] 10. Per quanto riguarda la stampa, è possibile indicare anche il mese di febbraio; infatti L. Moranti fornisce l’indicazione appresso riportata: «Nel libro Ms. dei lavori del Derisoni, cit. a carta 37 r. risulta stampata nel mese di Febbraio» (Moranti, Luigi, L’arte tipografica in Urbino (1493 - 1800), con appendice di documenti e annali, Firenze, L. S. Olschki, 1967, p. 343, numero 590. Considerato questo dato cronologico, è possibile qualificare questo opuscolo a tutti gli effetti come un instant book, dato che il crollo della cupola avvenne il giorno 12 gennaio 1789; la cupola, a forma di ottagono, era stata eretta nel 1604 su disegno di Muzio Oddi, a completamento del tempio che era stato consacrato nel 1534 dal vescovo di Urbino, monsignor Giacomo Narducci (i lavori erano iniziati 87 anni prima, e per la precisione nel 1447, con la supervisione dell’architetto urbinate Giambattista Comandino). Segnatura di collocazione dell’originale: ‘B XII busta 16/21’.
item.fulltextWith Fulltext
item.grantfulltextopen
item.treefondsrootSezione Libri antichi
item.cerifentitytypePublications
item.date1789
item.openairecristypehttp://purl.org/coar/resource_type/c_18cf
item.openairetypeitem
item.languageiso639-1it
Appears in Collections:1.3 Sezione Libri Antichi
Show simple item record

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.